Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2007

No, l’argomento principale di questo post non è la Chiesa. Il titolo è solo una citazione di una battuta tratta da un monologo di Luttazzi andato in onda qualche giorno fa su La7.
Come? Non l’avete mai sentito?
Ah, già, colpa mia. Questa battuta, come il monologo da cui è tratta, non è potuta andare in onda perchè Luttazzi è stato cacciato da La7.
Bastardi.

Ma passiamo ai fatti:
come da me preannunciato, sabato 3 novembre Luttazzi ha cominciato il suo nuovo programma, Decameron, su La7. In questa occasione e nelle quattro che seguirono (con annesse repliche) il programma fa ottimi ascolti.

Sabato 1 dicembra va in onda su La7 la quinta puntata di Decameron. All’interno dello show Luttazzi pronuncia la seguente battuta.

Domanda: “Daniele, dopo quattro anni di guerra in Iraq, 3970 soldati americani uccisi, 85mila civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi; Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui, in fondo, era contrario alla guerra in Iraq. Ma come si fa a sopportare una cosa del genere?”
Risposta:
“Come si fa a sopportare una cosa del genere? Io ho un mio sistema. Pensa a Giuliano Ferrara dentro una vasca da bagno con Berlusconi e Dell’Utri che gli pisciano addosso, Previti che gli caga in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta. Va già meglio, no?”

Il tutto è visionabile in questo video.
(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Luci a San Siro

Non lo sapevate?? Davvero non lo sapevate??
Sabato sera, in compagnia di Remuz, sono andato a San Siro per vedere la partita Milan – Juventus.

Ma cominciamo dall’inizio.

Dopo una lunga giornata di lavoro (sulla quale dovrò scrivere..) l’appuntamento era di fronte alla Mondadori in piazza Duomo. Ecco la prima novità della giornata, in piazza Duomo c’è la Mondadori, io conoscevo solo la Feltrinelli… 🙄
Arrivato lì mi trovano Remuz e Ilaria (la quale, fra l’altro, riesce a offrirmi il caffè, il “famoso” caffè :D). Poi, col solo Remuz, abbiamo preso il tram e siamo partiti in direzione di San Siro. Già sul tram cominciano i cori pro Milan (e anche qualcuno pro Juve) e l’atmosfera da grande sfida si fa sentire.
Si arriva allo stadio. Fantastico. Emozionante. Grandioso.
Per non parlare della nebbiolina che giocava con la luce disperdendola nel cielo sopra lo stadio come una sorta di aura.

Entriamo presto, prestissimo; decidiamo che è meglio stare seduti al freddo piuttosto che in piedi al freddo. Sem mingha tocchi noi.. noi sem furbi! 😀

Per le 3 ore successive si è parlato del più e del meno mentre tremavamo, sia per il freddo, sia per l’attesa del grande big match.
Nell’attesa si mangia.. un paio di panini.. un po’ d’acqua.. un altro po’ d’acqua allungata con la coca cola pagata a peso d’oro.

Ma alla fine la partita comincia. Glisso sull’aspetto sportivo perchè, a parte un palo di Trezeguet, un tiro pericoloso di Sahliam-coso e qualche azioncina pericolosa del Milan, è stata una partita scialba in cui (preparatevi al clichè) è prevalsa la paura di perdere.

Un post partita condito da foto allo stadio, a me, a me, allo stadio, a me con sfondo lo stadio. 😀
C’è.. essere il “modello” di Remuz mica è poco eh..
.. certo.. il modello è quello che è e i miracoli mica si possono fare.. 😀

Salutato Remuz – che mi ha accompagnato fino in Centrale rimanendo fino all’arrivo del pullman, ancora grazie – e arrivato a casa, mi sono diretto in una pizzaria cinese dove ho potuto mangiarmi un’ottima pizza a 3.50 euro. E poi dicono male dei cinesi. 😆
Ma questa è un’altra storia..

Read Full Post »