Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2008

Dolce rumore.

Non lo sentite questo dolce, dolcissimo rumore? Non sentite un rumore come di un qualcuno che cerca di arrampicarsi sugli specchi? Eppure a me pare chiaro.

Prima la rivisitazione della Sindone.
Poi il riportare alla luce un sacco di gente con le stimmate sulle mani (sulle mani? Ma Cristo non era mica stato appeso, con buona pace di Gibson, per i polsi? C’è chi dice pure che i romani non avessero usato nemmeno i chiodi, quindi niente buchi.).
Infine questo sbandieramento ai quattro venti della conversione di un musulmano, conversione ad opera proprio -addirittura- dell’Imperatore Palpatine.

Ecco, tutto ciò mi pare come una ricerca dei “fatti della fede”; ricerca bellamente superflua perchè la fede è, per l’appunto, “fede”, e non “fatti”. Basare la fede sui fatti, insomma, non farebbe altro che screditare la fede, ma si sa che pur di portare nuovi fedeli c’è chi venderebbe la propria anima al diavolo. Posto che, ovviamente, sia anima sia diavolo esistano.

Ecco, tutto ciò fa un incredibile rumore di scivolamento sui vetri.
Un dolce, dolcissimo rumore.

Annunci

Read Full Post »

L’università mi sta ciucciando via ogni forza di vivere, ogni voglia di fare anche il benchè minimo sforzo. Così, di conseguenza, anche la mia presenza sul blog si è drasticamente ridotta, nonostante avessi molte cose da dire.

Avrei voluto parlare del video in cui Calabresi sputtana la Chiesa per quanto riguarda la questione degli omosessuali (che se ci fossero persone intelligenti non sarebbe affatto una “questione”, ma vabbè..). Avrei voluto affermare che sarebbe anche ora di bacchettarla, ‘sta Chiesa, che questa volta ha decisamente cagato fuori dal vaso in modo vistosissimo. Altrimenti imbastisco una nuova guerra per inglobare Città del Vaticano con l’Italia e poter costruire nuovi parcheggi buttando giù un po’ di palazzi. Tanto bastano 15 uomini, una fionda (leggasi “contrappasso”) e uno stuzzicadenti ciascuno; in fondo sono svizzeri, che ci possono fare?
Ne avrei voluto parlare, ma ci ha pensato lui.

Avrei voluto parlare della nuova iniziativa di Dawkins (The Out Campaign), che prevede di mettere una “A” per riconoscere il blog di un ateo. In pratica avrei solo detto che aderivo e che avrei messo anch’io, sulla colonna di destra, la “A” riconoscitiva sul mio blog per non nascondere il mio ateismo. Che poi non porti a nulla questa campagna lo so benissimo, ma intanto io mi faccio riconoscere.
Ne avrei parlato, ma ha già detto tutto lui.

Avrei anche voluto parlare di Berlusconi che, con un gesto antidemocratico, ha strappato il programma del PD. Avrei parlato anche del Berlusconi antipolitico che accetta un fascista nel partito solo perchè può fargli propaganda, nonostante Fini fosse già nero (presumo anche d’umore, ma non ci giurerei).
Avrei parlato della prima cosa se non fosse passato troppo tempo, mentre della seconda cosa si è già occupata lei.

A me quindi cosa resta da dirvi? Nulla.
Cosa vi ho detto? Nulla.

Ci sentiamo un’altra volta.

Read Full Post »