Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2008

Ok, sono passati quattro giorni dal risultato delle elezioni e si può finalmente ragionare e commentare a mente fredda senza facili isterismi.

Il PdL ha vinto con il 47,3%/46,8% (Senato/Camera) mentre Veltroni è arrivato solo a 38%/37,5%.
Grande riscossa della Lega (8%/8,3%) e dell’Italia dei Valori (4,3%/4,3%), forse dovuto alla sensazione di insicurezza e di sfiducia nella politica.
Sonora debacle della sinistra che cade fragorosamente e scompare pressochè nel nulla, così come la Destra.
L’UDC invece si salva per un pelo, al contrario di Ferrara che letteralmente scompare (ed è difficile dato la sua stazza).

Alla fin della fiera Berlusconi ha vinto ancora e si farà carico del Governo del paese per altri 5 anni.

Italiani, ve lo dico a mente fredda, freddissima. Dicevo – italiani, detto fra noi e a mente fredda: siete delle grandissime e incommensurabilissime teste di cazzo.

A mente fredda, eh.

Read Full Post »

Elecscion deis

Stamattina mi sono svegliato piuttosto tardi, mi sono diretto a mangiare (una favolosa polenta e zola) e mi sono rallegrato quando mi sono ricordato che proprio oggi sarei andato per la prima volta a votare. Dopo pranzo mi sono preparato e sono andato a votare in quello che sembrava un clima di festa: giovani e adulti accompagnati dai bambini piccoli che discutevano col sorriso sulle labbra. Entrato nella cabina ho segnalato il mio voto con la consapevolezza che in qualsiasi modo fosse andata si stava per aprire una nuova stagione politica che non avrebbe fatto altro che bene al mio paese.

Belle parole, senonchè il mio paese è l’Italia, e le cose non si svolgono proprio così. Ecco com’è andata nella realtà.

Stamattina mi sono svegliato piuttosto tardi, mi sono diretto a mangiare (una favolosa polenta e zola) e mi sono rattristito quando mi sono ricordato che proprio oggi sarei andato a votare (peraltro inutilmente) per la mia prima volta. La fame mi è passata e mi sono diretto in camera per prepararmi con fare sconsolato. Mi sono trascinato controvoglia al luogo della votazione dove un sacco di gente con le facce tese si dirigeva a votare; sono entrato in cabina e ho guardato i simboli. Ho resistito all’iniziale conato di vomito e alla tentazione di stracciare la scheda uscendo dalla cabina imprecando “vaffanculo chi t’è muorto”; quindi ho apposto la croce sul simbolo prescelto, consapevole che qualsiasi cosa avessi votato sarebbe andata persa nel vuoto e che la vittoria dello psiconano lancerà l’Italia nella merda totale (più di quanto già non lo sia).

Chi ho votato?
L’Italia dei Valori, chè io ci ho messo tanta buona volontà per votare PD, ma dare il mio voto a Veltroni proprio non mi riusciva. Lo so che formalmente è uguale, ma io almeno non ho votato Veltroni.

Ora mi devo alzare da questa sedia, non mi riesce di restare seduto: ho la vaga sensazione di averlo appena preso nel culo.

Read Full Post »

Attenzione. Questo articolo potrebbe contenere un alto tasso di blasfemia a seconda della sensibilità individuale. Se ne sconsiglia pertanto la lettura alle persone sensibili ai temi religiosi, ai bambini non accompagnati dai genitori, ai malati di cuore, alle donne incinte e alle persone con fratture; inoltre bisogna essere più alti di 1,50 metri per poter leggere questo articolo. Le uscite di sicurezza sono lì, lì e lì, spegnete i cellulari, allacciate le cinture e non guidate in stato d’ebrezza. Tenere fuori dalla portata dei bambini; gli effetti indesiderati prevedono lebbra, infarto e morte. Se i sintomi persistono consultare il medico.

Cos’è quella cosa che riesce a trovare qualsiasi cosa esista? Internet.
E qual è quel sito particolare che riesce a scoprire tutte le cose esistenti in sole venti semplici domande? 20q.net.
Quindi mi son detto una cosa: “Proviamo a vedere se questo sito conosce Dio; se indovina che penso a Dio allora vorrà dire che Dio esiste, altrimenti sarò riuscito a provare la non esistenza di Dio.”

Ecco quindi le venti (e più, perchè non sapeva che pesci pigliare) domande che mi sono state sottoposte dal sito:
(altro…)

Read Full Post »