Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘terzo mondo’ Category

Finite le Olimpiadi si torna alla vita normale:
– la Meloni tornerà a comprare roba cinese perché, si sa, sono gli atleti a dover affrontare la democrazia, mica i politici.
– Frattini cercherà di capire dov’è stato l’8 agosto e dove sia Pechino.
– le dodicenni cinesi arruolate come sedicenni per le gare di ginnastica torneranno nell’ombra, pronte a essere soppiantate da altre dodicenni alle Olimpiadi londinesi (pensavate forse che facessero gareggiare vere sedicenni a Londra?).
– il Tibet tornerà ad essere soppresso e tutti se ne sbatteranno i coglioni, tranne se Richard Gere farà un altro spot per la Fiat.

Per la Cina tutto grasso che cola.

Read Full Post »

A 70 anni dalle leggi razziali fasciste c’era proprio bisogno di festeggiarle promulgando nuove leggi razziste?
Io ne avrei fatto anche a meno, ecco.

Il prossimo passo è di marchiarli a fuoco? Occhio al copyright..

Read Full Post »

Piccolo prologo:
Mi ero detto che non volevo partire subito con post troppo polemici, o comunque con post che potessero offendere qualcuno, poi però Eugenio Scalfari se ne esce sulle pagine de “la Repubblica” con questo articolo.

Potevo forse io rifiutare l’occasione offertami da Scalfari?
No! Direi proprio di no!

Come potete vedere il titolo del mio post (e così il titolo dell’articolo di Scalfari) è preso dalla citazione dantesca:

Ahi, Costantin, di quanto mal fu matre,
non la tua conversion, ma quella dote
che da te prese il primo ricco patre!

(cfr. Inferno XIX 115-117)

Qui Dante fa una tirata contro la Donazione di Costantino che sancì il potere temporale ecclesiastico, origine di tutti i mali della Chiesa (e non) secondo il sommo poeta (e anche secondo me).

Chissà cos’avrebbe detto Dante se avesse scoperto che quella donazione nient’altro è che un falso? Chissà come si sarebbe indignato sapendo che la Chiesa si è appropriata del potere temporale con un falso?

Ma non sono qui a parlare di Storia … voglio invece parlare del potere temporale che la Chiesa usa tutt’oggi intromettendosi sempre di più negli affari dello Stato italiano.

Sì perchè se è ormai chiaro quanto non mi sembri giusto che quella che dovrebbe essere la guida spirituale di milioni di persone, in realtà goda di un potere politico enorme; non mi è invece ancora chiaro come mai la stragrande maggioranza dei politici italiani non sembri soffrire queste ingerenze. Ultimo capitolo della saga è l’incredibile errore di Prodi che invoca aiuto dal clero per combattere l’evasione fiscale.

E stenderei un velo pietoso su ciò.

Detto questo: la Chiesa vuole godere di potere temporale? La Chiesa vuole godere di potere politico? Bene! Però quanto meno tutti abbiano il coraggio di trattarla come uno Stato! Il Papa come capo di governo e la sua combriccola come i ministri et simili.

Cosa succederebbe se degli stati stranieri si intromettessero nella politica italiana? È successo che D’Alema abbia usato toni duri contro sei capi di governo europei che esortavano l’Italia a fare qualcosa per la politica estera (probabilmente una delle due sole cose buone che D’Alema ha fatto e farà nella sua vita; la seconda cosa buona sarà morire).

E perchè questo non accade con la Chiesa? Perchè si sà che in Italia la compontente politica cattolica è sempre importante; d’altronde 50 anni di governo DC non si cancellano con un tratto di penna.

Purtroppo.

E quindi ci dobbiamo tenere questa Chiesa politicizzata che si intromette senza il benchè minimo rispetto negli affari italiani … sulle leggi, sulle riforme e, cosa che mi da ancor più fastidio, sulla ricerca scientifica. Ostacolano la ricerca scientifica con la loro morale! Loro!! Loro che potrebbero mangiare ogni giorno su piatti d’oro diversi!! Loro che prendono dallo Stato italiano svariati milioni di euro (sia per quanto riguarda l’8×1000 sia per quanto riguarda tutte le esenzioni fiscali di cui godono. E quest’ultima è inconcepibile.) e lasciano morire la gente in Africa.

Non pensiate che io stia facendo facile demagogia, non ce l’ho con i missionari (anche se molti di loro contribuiscono al diffondersi dell’AIDS professando che il preservativo è peccato) o comunque con i preti, ce l’ho maggiormente con gli alti funzionari dello Stato ecclesiastico, quelli che sono troppo occupati a spendere per i loro lussi piuttosto che mandare soldi nelle loro stesse missioni in Africa.

E taccio delle altre missioni in tutto il resto del mondo … la situazione non cambia … anzi peggiora.

Detto questo trovo sia dovere di ogni cittadino italiano indignarsi e combattere le ingerenze della Chiesa. Attenzione però, la Chiesa non si combatte come ultimamente a Genova stanno facendo un paio di deficenti! Non si spediscono proiettili al capo della CEI, non si scrivono minacce di morte sui muri.

La Chiesa va battuta col dialogo e con l’inchiesta, non con la forza. Il cammino è difficile e lungo (Scalfari ipotizza che ancora per 3-4 generazioni non ci sia niente da fare … io purtroppo sono più pessimista di lui, ma questo è un mio classico) ma non impossibile.

Questo post non agiterà le folle e non farà cadere la Chiesa, ma la mia voce l’ho fatta sentire e continuerò a farla sentire, perciò sono in pace con me stesso.

Piccolo epilogo:
ieri, girando su internet cercando di informarmi per meglio articolare questo post, mi sono imbattuto in un blog tenuto da una fervente cattolica che difendeva a spada tratta il Papa dall'”attacco” di Scalfari. Prontamente ho mandato un commento per dire la mia, un commento pacato e pronto al dialogo.
Ma sono stato censurato.
C’è un misto di delusione ed orgoglio in me ora. Sono deluso che un mio commento non sia stato messo sul web (infatti era a discrezione della blogger se postare i commenti ricevuti, e già questo la dice lunga sulla libertà data da qual blog); ma non posso negare di essere orgoglioso che un mio commento abbia fatto “paura” tanto da non poter essere postato … e sono anche orgoglioso d’aver dimostrato come anche alcuni cristiani che difendono la morale cattolica fino in fondo non si fanno troppi scrupoli ad usare l’ignobile arma della censura.
Ma come distinguere i censori dal censurato? Beh, il censurato linka il blog! Perchè bisogna sempre distinguersi dalla gentaglia.
Blog cristiano

Read Full Post »